Recensione del Romanzo: Caraval di Stephanie Garber #1

Buongiorno lettori,
oggi porto alla vostra attenzione la recensione di un romanzo fantasy circense.Si tratta naturalmente di Caraval un libro che mi ha profondamente sorpresa sotto tantissimi aspetti, riguardanti lo stile e le scelte dell’autrice.

Titolo: Caraval #1
Autore:Stephanie Garber
Formato :Copertina rigida / Flessibile/ Ebook
Editore: Rizzoli ( 2 novembre 2017)
Serie: Trilogia  
                           – Caraval #1
                           – Legend #2
                           – Finale #3











Trama
Uno spettacolo leggendario. Un’ipnotizzante storia d’amore. Due sorelle unite da un legame indissolubile. Benvenuti a Caraval. State attenti a non farvi coinvolgere troppo


«Stephanie garber ha creato un mondo che trabocca energia, mistero, sorprese, tradimenti e imprevedibile amore.» – USA Today

«Ipnotico.» – US Weekly

«Meraviglioso e avvincente. Destinato a catturare l’immaginazione.» – Kirkus Reviews

«Magnifico.» – Publishers Weekly

«Oscuramente stupendo.» – The Horn Book

Il mondo, per Rossella Dragna, ha sempre avuto i confini della minuscola isola dove vive insieme alla sorella Tella e al potente, crudele padre. Se ha sopportato questi anni di forzato esilio è stato grazie al sogno di partecipare a Caraval, uno spettacolo itinerante misterioso quanto leggendario in cui il pubblico partecipa attivamente; purtroppo, l’imminente, combinato matrimonio a cui il padre la sta costringendo significa la rinuncia anche a quella possibilità di fuga. E invece Rossella riceve il tanto desiderato invito, e con l’aiuto di un misterioso marinaio, insieme a Tella fugge dall’isola e dal suo destino… Appena arrivate a Caraval, però, Tella viene rapita da Legend, il direttore dello spettacolo che nessuno ha mai incontrato: Rossella scopre in fretta che l’edizione di Caraval che sta per iniziare ruota intorno alla sorella, e che ritrovarla è lo scopo ultimo del gioco, non solo suo, ma di tutti i fortunati partecipanti. Ciò che accade in Caraval sono solo trucchi ed illusioni, questo ha sempre sentito dire Rossella. Eppure, sogno e veglia iniziano a confondersi e negare la magia diventa impossibile. Ma che sia realtà o finzione poco conta: Rossella ha cinque notti per ritrovare Tella, e intanto deve evitare di innescare un pericoloso effetto domino che la porterebbe a perdere Tella per sempre…
Opinioni personali ( No spoiler)
Ho iniziato a leggere questo libro quando uscì in libreria, sicuramente non era il perido giusto per iniziare a leggerlo perché non mi piacque per niente. 
Dopo aver passato più di un anno ad osservarlo nella mia libreria ho deciso di iniziare a leggerlo. Questa volta, nonostante tutti i motivi che mi avevano spinta ad abbandonare la lettura, ho  proseguito lo stesso cercando di andare avanti senza notarli, anche se ve li segnalerò nella recensione.
Il libro a livello di trama è molto accattivante, magico e spettacolare, tanto da credere che veramente questo romanzo contenesse veramente la magia. Credo, quindi, che sia stato bene sviluppato e ben gestito.
L’illusione e il gioco, qua la fanno da padrone tanto da confonderci le idee. Il mondo di cui veniamo a conoscenza è semplica ma incantevole tanto che il pensiero di partecipare a Caraval non sarebbe una cattiva idea. Specialmente in questo periodo che dobbiamo restare a casa per il bene di tutti, credo che leggere Caraval faccia bene perché è riuscito a portarmi con la mente lontana dal mondo reale e poi fa bene al cuore questo libro.
Tutto ciò che pensiamo sia reale, non si sa se lo è veramente oppure se come dice la scrittrice ” è  solo un gioco” quindi un illusione.
Le protagoniste del romanzo sono Rosella e Donatella, due sorelle che vivono in questa minuscola isola dove vivono insieme al padre, un uomo crudele che cerca di punirle sempre, tanto da combinare perfino matrimoni. Quando Rosella riceve un invito che attendeva da una vita, quello di partecipare a Caraval, uno spettacolo dove il pubblico partecipa attivamente, decide di partecipare. Grazie a Julian, un marinaio, riescono ad arrivare a Caravall. Tella però viene rapita da Legend, il direttore dello spettacolo che nessuno ha mai incontrato. Rossella scoprirà così che ritrovare la sorella è ormai lo scopo principale del gioco di quell’anno. A Caravall ci sono solo trucchi e illusioni, eppure tra sogno e veglia inizia la magia ed ormai negarla diventa impossibile.
Tra realtà o fininzione, Rosella ha solo cinque notti per ritrovare la sorella o per perderla definitivamente.
Il romanzo è molto bello e credo anche di averlo già detto ma ci sono alcune cose che non riuscirò mai a sopportare, ad esempio mi hanno dato fastidio i soprannomi un po’ troppo presenti e secondo me la scrittrice poteva far a meno di scegliere tutti questi soprannomi perché sarebbe stata una lettura migliore.
Caraval, questo spettacolo è maestoso, intrigrante e anche pericoloso. Il mistero che gira attrono alla figura di Legend, e che in questo volume non sarà risolto, mi ha spinto a continuare a leggere il libro. Il rapporto fra le sorelle è molto bello ma soprattutto ben gestito.
La coppia che si andrà a formare mi piace molto e non avrei mai detto che mi piacessero così tanto insieme.
Il finale e tutto il libro è pieno di colpi di scena e mi son ritrovata a chiedermi  che cosa potrà succedere nel secondo e ad esser sorpresa in modo positivo su tutto ciò che è accaduto nel primo libro.
La lettura è scorrevole fino alla fine anche se  appesantito leggermente da questi soprannomi e da alcune descrizioni un po’ inutili a mio parere. Rimane inspiegabile il fatto che Rosella veda le emozioni a colori, che verrà spiegata nel terzo volume.
Per il resto rimane un bel libro fantasy, molto innovativo e intrigante. Sicuramente se non avessi deciso di leggerla mi sarei pentita, perché è talmente bello! Insomma è impossibile non provare a dare una possibilità a questa trilogia.
Punti di forza
  • Caraval è un romanzo scorrevole ed interessante.
  • Crea una forte dipendenza tanto da non riuscire a smettere di leggerlo neanche la notte! Mi sono addormentata alle tre di notte per finire Caraval e per me non è assolutamente normale!
Valutazioni finali
  • Tempo impiegato: Cinque giorni, perché in alcune parti è un po’ lento anche se ciò non fa perdere l’attenzione.
  • Voto:9/10. Il libro è una lettura veramente molto bella che mi ha conquistata in molti modi, soprannomi a parte.
  • Lettura: Scorrevole
  • Copertina: 10/10.  Uguale all’orginale, ricca di dettagli che ho apprezzato veramente tanto. Inoltre le decorazioni interne del libro sono magnifiche.
  • Ambiente: 10/10. Le descrizioni riguardo all’ambiente sono talmente tanti che che è impossibile non conoscere alla perfezione questo posto. Inoltre vi è anche una mappa che ci accompagna durante la lettura.
  • Personaggi: 10/10. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e abbiamo subito idea del loro carattere, certo è che a Caraval tutto può cambiare, perfino il carattere dei personaggi ed ho amato questo fatto.
  • Storia: 9/10. Storia abbastanza originale, non avendo letto mai fantasy circensi. Il romanzo è pieno di magia e illusioni che ci cattura in tantissimi modi. Inoltre è interessante ed è presente anche il romanticismo. 
Buona Lettura!
A presto,
Beatrice

Precedente Segnalazione del Romanzo: Trondheim Sagen di Andreas Hennen Successivo Review Party : La dodicesima clessidra di Isabella Vinci