Recensione del Romanzo: Legend di Stephanie Garber #2

Buon pomeriggio lettori,
oggi porto alla vostra attenzione le mie considerazioni riguardo il secondo volume della trilogia di Stephenie Garber, Legend edito da Rizzoli. Questo libro l’ho letto a gennaio, ma non ho mai postato la recensione qui sul blog, anche se era pronta da tempo.

Titolo: Legend #2
Autore:Stephanie Garber
Formato :Copertina rigida / Flessibile/ Ebook
Editore: Rizzoli 
Serie: Trilogia  
                           – Caraval #1
                           – Legend #2
                           – Finale #3










Trama
Dopo la travolgente avventura nel mondo magico e misterioso del Caraval, Donatella Dragna è riuscita finalmente a sfuggire al padre e a salvare la sorella Rossella da un disastroso matrimonio combinato. Ma Tella non è ancora libera; per ritrovare la madre Paloma ha stretto un patto disperato con un criminale misterioso, che vuole in cambio qualcosa che solo lei può dargli: il vero nome di Legend, il Mastro di Caraval. L’unica possibilità per scoprire il vero nome di Legend è vincere il nuovo Caraval, che si terrà a Valenda, l’antica capitale dove una volta regnavano i Fati, in occasione del genetliaco di Elantine, la sovrana dell’Impero di Mezzo. Tella dovrà quindi immergersi di nuovo nella competizione magica, tra le attenzioni di un inquietante erede al trono, una storia d’amore impossibile e una ragnatela di segreti, tra cui anche quelli di Rossella. Se fallirà non potrà mantenere il suo patto e rischierà di perdere tutto, compresa forse la vita. Ma se vincerà, Legend e il Caraval saranno distrutti per sempre.

Opinioni Personali
Il secondo volume di questa trilogia è stata una lettura bellissima, anche se all’inizio son rimasta un po’ delusa che questo libro fosse incentrato maggiormente su Donatella.
Continuo a non capire come mai la prima volta che ho iniziato questo libro non mi aveva così attirato mentre quest’anno lo sto divorando e adorando.
Anche in questo romanzo, l’illusione e il gioco la fanno da padroni soprattutto grazie all’entrata in scena dei Fati, esseri pericolosi e vendicativi.
Questa volta è tutto reale, nonostante i tratti di uno spettacolo di Caraval.
In questo volume, la storia è incentrata su Donalella Dragma, riunita dopo tante peripezie a sua sorella Rossella e  finalmente libera dal padre. A causa di un patto stretto per ritrovare sua madre con un amico misterioso Tella  sarà obbligata a partecipare al nuovo spettacolo di Caraval. Se scoprirà il vero nome di Legend, il suo amico le dirà dove si trova sua madre.
Il nuovo Caraval si terrà a Valenda. l’antica capitale dove regnavano i Fati, e Tella dovrà immergersi in questa nuova avventura, tra storie d’amore e segreti, dovrà stare attenta a non perdere tutto ciò a cui lei tiene perché se vincerà Caraval … Legend e lo stesso spettacolo saranno innesorabilmente distrutti. In questo volume troviamo i personaggi del libro precedente ma non solo infatti ne incontreremo molti altri interessanti.
Julian, Jack e Dante sono i protagonisti maschili che mi sono piaciuti di più, perché hanno una bella caratterizzazione e un certo fascino che mi hanno colpito. Julian e Dante li abbiamo già conosciuti nel primo volume e sono veramente felice di averli incontrati nuovamente ora anche perché sono diventati più interessanti. Jack invece è un nuovo personaggio a tratti sadico e dolce che un po’ mi ha fatto sorridere.
Rossella e Donatella sono le protagoniste femminili che mi sono piaciute molto anche in questo secondo volume. Sembrano più adulte e sono molto forti. Anche se questa volta il libro è incentrato molto su Donatella che su Rossella, la storia risulta molto interessante.
I sopprannomi delle due ragazze continuano ad essere presenti ma ormai dopo aver letto il primo volume mi sono abituata, che nonostante non li sopporti sono molto meno e non appesantiscono più la lettura.
La scrittura continua ad essere scorrevole e la storia interessante, in grado di catturare l’attenzione del lettore fino alla fine. Infatti, non mi ha ancora annoiata e l’ho trovato ancora più intenso nel suo mistero. 
Il rapporto fra Donatella e Rossella è sempre più forte tanto da continuare ad esser ben gestito in ogni situazione. Si vede tantissimo quanto l’autrice ha dato importanza al rapporto fra sorelle che è indivisibile nonostante tutto.
Il rapporto della coppia che si è formata fra la fine del primo volumo e che continua in questo secondo volume continua a piacermi molto. Sono veramente troppo carini insieme!
Questo libro come il precedente è pieno di colpi di scena che mi hanno fatta sorprendere sempre di più, tanto da chiedermi cosa sarebbe accaduto nel capitolo precedente. Aiutata dalla lettura scorrevole, il libro l’ho finito in due giorni, purtroppo!
Questo romanzo è ancora più bello del precedente e non so più quali parole usare per farvi capire quanto questa trilogia meriti di esser letta. Ci vengono spiegate molte domande rimaste in sospese dal romanzo precedente e in cambio la scrittrice ce ne mette altre che verranno chiarite nel terzo.
Legend comunque ha il suo fascino ed io lo amo incondizionatamente!

Punti di Forza
  • La storia fino a questo momento è quella più orginale;
  • Caraval, Legend e Finale creano dipendenza ed è impossibile non amarli;
  • I personaggi sono tutti caratterizzati alla perfezioni.
Punti negativi
  • I soprannomi sono fastidiosi ma piano piano ci si abitua;
  • Il nome orginale del libro è Legendary e non capisco perché la scelta della traduzione sia stata Legend. Capisco che la storia ruoti attorno a lui ma sarebbe stato carino mantenere il titolo originale.
Valutazioni Finali
  • Tempo impiegato: Due giorni. Il romanzo è molto scorrevole e interessante, tanto da creare dipendenza.
  • Voto : 9/10. Legend, è un romanzo
  • Lettura : Scorrevole.
  • Copertina : 10/10. La cover è meravigliosa e ricca di dettagli interni ed esterni, veramente ben curati. Continuo a non capire la scelta dell’editore nel  cambiare ” Legendary” il titolo originale in “Legend”. Presumo che sia perché questa storia è molto centrata sul Maestro di Caraval ma sarebbe stato meglio tenere il titolo originale.
  • Ambiente : 10/10. Le descrizioni dell’ambiente lo rendono reale ai nostri occhi tanto che sembra di stare veramente in questi posti meravigliosi.
  • Personaggi : 10/10. I personaggi sono molti in questo secondo volume e tutti ben gestiti. Ognuno ha il suo carattere ben delineato e spiegato bene. Li ho amati tutti!
  • Storia : 9/10. Veramente bella che ha catturato la mia attenzione fino alla fine. Mi piace specialmente il fatto di come la Garber è in grado di gestire il mistero che aleggia intono alla figura di Legend.
Buona Lettura!
A presto,
Beatrice
Precedente Review Party: Vorrei solo averti qui di Kennedy Ryan Successivo Recensione del Romanzo: Bellezza Selvaggia di Anna-Marie Mclemore