Recensione : SRDN – dal Bronzo e dalla Tenebra di Andrea Atzori

  • Copertina flessibile: 261 pagine
  • Editore: Acheron Books (1 gennaio 2016)
  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 409 KB
  • Lunghezza stampa: 172

 

 

 

 

 

 

 

 

TRAMA

Età del Bronzo. Il bacino del Mediterraneo è un crogiuolo di civiltà, dèi, culture, traffici e battaglie, e dai lidi di S’ard, l’isola tempio, gli Shardan, il Popolo del Mare, veleggiano su navi da guerra per sfidare i propri nemici in onore del Dio Maimon. Sono in Egitto, nel 1278 a.C., pronti a piegare il delta del Nilo e a conquistare la Terra dei Faraoni. Ma non riusciranno mai nell’impresa: a un passo dalla vittoria si fermeranno all’improvviso, torneranno sulla loro isola, e il loro nome sprofonderà nella tenebra e verrà dimenticato dalla Storia. Qui si narra che cosa accadde.

OPINIONI PERSONALI ( NO SPOILER)

Prima di iniziare la recensione di questo bellissimo libro ringrazio la casa editrice Acheron Books per avermi dato la possibilità di recensire i suoi libri. Libri che sono veramente bellissimi e pieni di avventure. In questo caso il libro è ambientato nella Sardegna, ovvero dove abito io e sono così felice di aver potuto leggere un bel fantasy storico sardo. Inoltre sono ancora più felice perché studiando al Dipartimento di Storia in ambito archeologico ho potuto scoprire come la fantasia e la storia si intrecciano in un modo così perfetto. Non voglio parlare della trama del libro perché rovinerei la sorpresa e non voglio farlo. Parlerò in generale di questo libro partendo dal fatto che vi sono tantissimi richiami della cultura sarda che si susseguono nel corso di questa storia epica. Tutti i personaggi che incontreremo sono ben caratterizzati e nessun dettaglio è messo a caso anzi tutto combacia alla perfezione e sembra quasi che si è lì insieme a loro in questo ambiente un po’ forte, scuro e crudo rispetto ad altri fantasy. Una storia bella e potente che vi terrà con il fiato sospeso pagina per pagina e non avrete più voglia di lasciar andare. La storia della civiltà che lotta per sopravvivere e che trascinerà il lettore dentro di sé, senza lasciarlo andare e che vivrà le avventure come se fosse il protagonista. Per concludere vorrei dire semplicemente che l’ho letto in due giorni senza riuscire a fermarmi e poi l’ho riletto nuovamente perché non volevo abbandonare questo libro. Sono venuta alla conclusione che leggerò altri libri di Andrea Atzori perché è veramente un bravissimo scrittore.

Voto: 10/10

Tempo Lettura: 2-3 giorni ( dipende da quanto vi prende. Inoltre mi son dimenticata di dirvi che è abbastanza scorrevole anche se in parti un po’ crudo)

Lettura : Scorrevole

Ringrazio Acheron Books 🙂

 

 

 

 

Precedente Recensione : La voce nascosta delle pietre di Chiara Parenti Successivo BookHaul Gennaio