Review Party: La casa di Terra e Sangue di Sarah J Maas

Buon pomeriggio lettori,
oggi porto alla vostra attenzione la recensione un libro veramente particolare nel suo genere. Sto naturalmente parlando de “La Casa di Terra e Sague” primo volume della trilogia de “Crescent City” di Sarah J Maas.  Prima di procedere alla recensione ringrazio la Mondadori per avermi affidato il compito di organizzare il review party di Crescent City. Ringrazio le ragazze e i ragazzi che hanno partecipato con entusiasmo a questa nuova avventura che non finirà qui. Ringrazio la mia amica Yelena Zerulo che gestisce il blog La libreria di Yely per stare al mio fianco in ogni evento! Infatti ci ritroverete tutti insieme in nuovi eventi perché l’unione fa la forza e aver trovato tante persone così brave e preparate con una grande passione per la lettura mi riempie di gioia. Ringrazio Irene per aver realizzato la grafica per il blog e per instagram!

Titolo: Stepsister. Sorelle di sangue
Autore: Jennifer Donnelly 
Formato : Copertina rigida /  Ebook
Editore: Mondadori
Serie:  Crescent City
#1 La casa di terra e sangue
#2 inedito
#3 inedito
Trama

Il primo imperdibile romanzo della nuova serie fantasy di Sarah J. Maas, che mescola egregiamente personaggi indimenticabili, romanticismo e una suspense che tiene il lettore incollato alla pagina fino alla fine.

Ventitré anni, mezza Fae e mezza umana, Bryce Quinlan ha una vita perfetta: di giorno lavora in una galleria d’arte e di notte passa da una festa all’altra, senza problemi e senza preoccupazioni. Quando però una brutale strage scuote profondamente Crescent City, la città in cui vive, e Bryce perde una persona a lei molto cara, il suo mondo crolla in mille pezzi lasciandola disperata, ferita e molto sola. Adesso non cerca più il divertimento, ma un oblio in grado di farle dimenticare i terribili fatti che hanno cambiato la sua vita per sempre. Due anni dopo l’imputato è finalmente dietro le sbarre ma, tutt’a un tratto, i crimini ricominciano e Bryce è decisa a fare tutto il possibile per vendicare quelle morti. Ad affiancarla nelle indagini arriva Hunt Athalar, un famoso angelo caduto, prigioniero degli arcangeli che lui stesso aveva tentato di detronizzare. Le sue grandi capacità e la sua forza incredibile sono utilizzate all’unico scopo di eliminare i nemici del suo capo. Quando però si scatena il caos in città, Hunt riceve una proposta irrinunciabile: aiutare Bryce a trovare l’assassino e riconquistare, in cambio, la sua libertà. Quando Bryce e Hunt cominciano a scavare in profondità nel ventre di Crescent City, scoprono un potere terrificante e oscuro che minaccia tutto e tutti, e vengono travolti da una passione irrefrenabile, che potrebbe renderli entrambi liberi, se solo lo volessero. Il dolore della perdita, il prezzo della libertà e il potere dell’amore sono i temi principali de La casa di terra e sangue , il primo imperdibile romanzo della nuova serie fantasy di Sarah J. Maas, che mescola egregiamente personaggi indimenticabili, romanticismo e una suspense che tiene il lettore incollato alla pagina fino alla fine.
Opinioni personale ( no spoiler)

La lettura de La Casa di Terra e Sangue non è stata all’inizio facile, anzi è stata piuttosto faticosa, tanto che non riuscivo ad andare avanti. Una vera tortura per una che come me ritiene Sarah J Maas una delle sue scrittrici preferite.
Ho letto tantissime volte i suoi romanzi e li ho tutti amati fin dall’inizio, invece con questo libro è andata un po’ diversamente. Ho detestato la parte iniziale perché era lenta e confusa, non riuscivo ad ambientarmi e più volte ho pensato di abbandonare il romanzo ma poco prima della metà del libro, appena è comparso Hunt, un personaggio veramente in gamba, allora tutto è diventato più chiaro.
Ho ritrovato il ritmo narrativo della mia scrittrice preferita e mi son lasciata travolgere da questa storia che mi ha affascinata nonostante la lentezza. Di sicuro ci sono tantissimi accenni delle storie precedenti, tra cui i Fae e i portali, ma approfondirò meglio in seguito durante questa recensione.
Dalla trama apprendiamo che Bryce Quinlan, la protagonista del romanzo ha una vita perfetta: è una mezza Fae e mezza umana, lavora in una galleria d’arte e di notte passa da una festa all’altra, senza problemi o preoccupazioni. La sua amica Danika è una lupa, e passano tantissimo tempo insieme. Non sono sorelle ma si vogliono bene come se lo fossero.
Dopo una brutale strage, il mondo di Bryce e la sua felicità si spacca in mille pezzi. Sola, disperata e umiliata, Bryce rinnega anche il divertimentimento e lo svago che tempo prima la facevano divertire. Dopo due anni, quando il presunto assassino è in prigione e tutto sembra andare bene, i crimini ricominciano e Bryce vuole scoprire il vero responsabile.
Non sarà sola, insieme a lei Hunt Athalan, un famoso angelo caduto prigioniero degli arcangeli, la aiuterà. Scopriranno così che questo caso è molto più grande ed esteso di ciò che in realtà pensavano.
Questa nuova serie di Sarah J Maas mescola dentro al fantasy tanti generi, il mistery, il giallo, il romance e secondo me anche un pochino di distopia è presente. Il tema fantasy della magia è presente e ci sono tante cose originali che ha creato, altre invece sono cose già viste.
Le somiglianze con la trilogia de La Corte di Rose e Spine è evidente, ci sono tantissimi riferimenti specialmente quando parla del Re d’Autunno o del fatto che vi sono diverse case, che sarebbero tipo dei casati per farla breve. Ne troviamo quattro:
– La casa di terra e sangue
– La casa del cielo e del respiro
– La casa delle molte acque
– La casa di fiamme e ombre
Inutile dire che questo parallelismo mi ha ricordato tantissimo la Corte di Rose e Spine, senza contare il fatto che i portali mi hanno portata alla mente la serie del Trono di Ghiaccio. Su questo punto di vista, non è stata molto originale ma la storia è davvero bella, nonostante questi parallelismi.
Ho amato tantissimo La casa di terra e sangue, partendo dalla storia che  è davvero bella, intensa e misteriosa. Credo di aver sbagliato almeno una decina di volte chi fosse il vero responsabile degli omicidi, e mi sono fatta tantissime idee sbagliate.
Mi ha lasciato con il fiato sospeso.
Mi ha sorpresa.
Mi ha fatta emozionare.
Ammetto che ho amato tantissimo questo mondo moderno con tutta quanta la magia, così simile al nostro e allo stesso tempo così diverso. Non saprei la parte che ho amato di più di questo libro, ma posso dire almeno che per me non è stato assolutamente prevedibile, anzi ho avuto tanta paura fino alla fine, conoscendo la cara Sarah che ogni volta ci spezza un po’ e ci distrugge quando elimina un personaggio.
Posso dire che ho pianto.
Veramente verso la fine mi ha fatto piangere, perché compare un personaggio che all’inizio detestavo ma poi ho pian piano iniziato a voler bene.
Parlando a questo punto di personaggi Hunt e Bryce sono stati i miei personaggi preferiti in assoluto e su questo sapevo già come la storia sarebbe andata a fine. Ciò mi ha veramente dato la forza di continuare ad andare avanti per capire che cosa succedesse realmente fra i due.
Bryce, all’inizio, la detestavo eppure ho imparato a conoscerla e ad amarla a poco a poco. Un personaggio umano, forse il più simile e reale che ha scritto. Fragile ma allo stesso tempo forte e come sempre verso la fine scopriamo una cosa incredibile su questo personaggio.
Hunt lo stesso è un personaggio tormentato, coraggioso, il solito maschio Alfa descritto dalla Maas. Ammetto che mi è piaciuto tantissimo ma non batterà mai il mio personaggio preferito de La Corte di Nebbia e Furia.
 Ci sono tantissimi personaggi oltre loro che mi sono piaciuti, come Ruhn, il bellissimo principe che andremo a conoscere. Anche lui un po’ arrogante ma nonostante tutto dal cuore d’oro e farà di tutto per salvare la sorella.
Un romanzo che parla di amore, vendetta, verità, rivalsa, amicizia, razzismo, guerra. Una storia adulta, rispetto alle precedenti e forse anche più forte ma con un unica pecca che non mi è piaciuta: la protagonista ha fatto uso di droghe/ fa uso di droghe e le troppe parolacce.
Per il resto è un romanzo bello, non scorrevole ma affascinante nella sua non originalità.
Sono curiosa di sapere cosa succederà nel secondo perché questo libro nonostante i difetti merita di esser letto.

Valutazioni finali

  • Tempo impiegato: Cinque giorni.
  • Voto: 10/10
  • Lettura: Lenta 
  • Copertina: 10/10.  Bellissima copertina che rispecchia molto il libro.
  • Ambiente: 10/10. Le descrizioni riguardo all’ambiente sono talmente tanti che che è impossibile non conoscere alla perfezione dove ci troviamo e che cosa accade intorno a noi. Impressionante è lo stile con cui l’autore descrive ogni cosa e la rende reale. Oltre questo tutto il sistema è spiegato alla perfezione e non lascia spazio a dubbi o incertezze, perché ogni cosa è spiegata nei minimi dettagli. 
  • Personaggi: 10/10. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e abbiamo subito idea del loro carattere ma soprattutto dei loro pensieri. Bryce e Hunt sono i personaggi che ho nel cuore.
  • Storia: 10/10. Una storia unica narrata in  un modo geniale che vi riempirà di mille domande e non riuscirete a metter a tacere il desiderio che vi divora di voler sapere sempre di più. Una storia che lascia senza fiato come tutto il mondo che ha creato. Sarah J Maas con questo romanzo ha creato un nuovo mondo magico che mozza il fiato.
Ora non vi resta che andare a guardare le recensioni dei miei colleghi per sapere che cosa ne pensano!
Buona Lettura!
Beatrice

Precedente Review Party: La terra spezzata: la quinta stagione di N.K. Jemisin #1 Successivo Blog Tour: Ti amerò fino alla morte di Marta Mancinelli