Review Party: L’anatema dei sette peccati

Buongiorno a tutti,
nel nuovo anno, come ho già detto ho letto molti libri interessanti e belli. Questo è il caso anche del libro di Davide Fresi, L’anatema dei sette peccati, che potrete trovare tranquillamente su amazon a questo link


Trama
L’idea della storia raccontata scaturisce dalla suggestione che ha avvinto molti di noi quando abbiamo ipotizzato di disporre di una macchina del tempo: quale epoca storica avremmo voluto visitare? Forse quella in cui era vissuto Gesù di Nazareth? Quali sensazioni avremmo provato parlando viso a viso con Gesù? Quali emozioni avrebbero alimentato in noi i suoi occhi ammalianti? E come avremmo agito se ci fossimo trovati a Gerusalemme durante la sua Passione? Ci saremmo opposti alla crocifissione? Queste sono alcune delle domande che hanno stimolato la fantasia dell’autore. I protagonisti della narrazione, Polibio e Fedro, per un tiro della sorte compiono un viaggio temporale e si ritrovano a conoscere personaggi storici dal grande carisma, da Tiberio Cesare a Ponzio Pilato, da Simon Pietro alla Madonna, e arrivano quasi al punto di cambiare il corso naturale della storia. Nel romanzo è tracciato un brillante affresco di un’epoca che mantiene ancora intatto il suo fascino, ed è raccontato fin dove possa arrivare la ferocia di un uomo che ambisca a conquistare il mondo. Il governatore Marcello non esita a far torturare e crocifiggere una moltitudine di innocenti pur di soddisfare le sue brame. Misteri e colpi di scena si avvicendano pagina dopo pagina in un’incalzante successione. Polibio e Fedro sono arbitri del destino dell’umanità e ben presto ciò che accade fa vacillare ogni naturale certezza.

OPINIONI PERSONALI ( NO SPOILER)


Il libro di per sé mi è piaciuto molto, soprattutto il tema dei viaggi del tempo a me piace tantissimo. Infatti non riesco mai a resistere dal non comprare il libro quando leggo nella trama “viaggio nel tempo”. Questo romanzo comunque è di genere storico, ma aggiungerei un pizzico di fantasy dato che è impossibile fare viaggi nel tempo. Avvincente, bello e riflessivo, sono questi i tre punti che lo caratterizzano. I personaggi che incontreranno arricchiranno la storia ma soprattutto il viaggio che i protagonisti affronteranno. Lo stile e il linguaggio dell’autore è alto e ricercato, quindi ciò arricchisce il romanzo con dettagliate descrizioni, rendendolo piuttosto lento, quindi non è di facile lettura. Un romanzo che non è fatto per esser letto velocemente quindi ma adatto ad esser analizzato per ragionare nei più piccoli dettagli ed infine per farci riflettere. Vi consiglio il libro per i seguenti motivi:

– Fa riflettere
– Il linguaggio che usa è ricercato
– La storia è avvincente
– I personaggi sono caratterizzati bene 
– Il romanzo è storico ma ha un pizzico di fantasy
Per concludere la storia la consiglio, perché contiene buoni messaggi, quali quello dell’amicizia e i legami forti che si possono instaurare; ma soprattutto la consiglio a chi ama viaggiare nel tempo con la consapevolezza che ogni cosa cambiata nel passato, comporterà un cambiamento nel futuro.

Tempo impiegato nella lettura:  una settimana e mezza

Lettura: Lenta
Voto: 8/10


Ci vediamo presto con una nuova recensione,
Beatrice
Precedente Review Party: L'anatema dei sette peccati Successivo Segnalazione del Romanzo : I guardiani dei parchi di Alessandro Bolzani