Review Party: Mia suocera è un mostro di Valentina Vanzini

Buonasera lettori,
oggi porto alla vostra attenzione la lettura di Mia suocera è un mostro di Valentina Vanzini. Ringrazio la Newton Compton e Sara Fusa per la possibilità  che mi hanno dato. Ho letto in anteprima il libro in occasione del Review Party insieme ad altre colleghe e non vedo l’ora di parlarvene!

Titolo: Mia suocera è un mostro
Autore: Valentina Vanzini
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Rosa
Pagine: 310
Formato: Ebook e Cartaceo
Prezzo: Ebook  2,99 €/ Cartaceo 9,90 €
Data di pubblicazione: 02 Luglio 2020

Trama
Il romanzo più esilarante dell’anno!
Lexie Woods è una fashion victim, vive a New York, lavora come giornalista per una rivista di tendenza e si muove con disinvoltura tra inaugurazioni e feste esclusive. Potrebbe sembrare una vita perfetta se non fosse che le sue relazioni sentimentali sono un vero disastro. Ecco perché, quando incontra Mr Perfect, un bellissimo giovane italiano emigrato di successo, è disposta a tutto pur di far funzionare le cose. Persino partire senza preavviso alla volta della Sicilia, per conoscere quella che, se tutto andasse secondo i piani, potrebbe diventare presto la sua adorabile suocera. Non è forse vero che per conquistare il cuore di un uomo italiano bisogna piacere a sua madre? Quello che Lexie non sa è che la donna che la aspetta oltreoceano non è la dolce mamma da commedia all’italiana che aveva immaginato, tutta preghiere, manicaretti e complimenti, ma una perfida manipolatrice determinata a ostacolare il loro, eventuale, matrimonio… Tra segreti di famiglia, una ex agguerrita e un futuro cognato decisamente irritante, Lexie dovrà schivare la potenziale catastrofe e dimostrare di aver diritto al suo romantico futuro.
La commedia made in Sicily più romantica e spassosa dell’estate

Mai mettersi contro una suocera italiana
«Frizzante, originale e divertente.»

«Da far leggere a vostra suocera, solo se avete un buon rapporto, dicendole: per fortuna che ho incontrato te e non Rosaria!»

«Questo romanzo è frizzante, sorprendentemente ironico e ti tiene incollata alle pagine.»

«Un libro divertente, ironico e scorrevole. Mi ha ricordato la pellicola Quel mostro di suocera.»
Valentina Vanzini
è nata nel 1987 ed è laureata in Educazione e Sistemi Editoriali all’Università di Roma Tor Vergata. Lavora da anni sul web come editor in chief e copywriter, ma non ha mai trascurato la passione per la scrittura. Mia suocera è un mostro è il suo primo libro pubblicato dalla Newton Compton.

Opinioni personali ( No spoiler)

La lettura di questo romanzo è stata spassosa, pazzesca e irrimediabilmente romantica. Ammetto che mi ha fatto battere il cuore tante di quelle volte che pensavo di scoppiare. Ho amato alla follia questo libro, tanto che non vedo l’ora di leggere un nuovo libro di Valentina Vanzini.
La storia iniza con Lexie, una fashion victim che vive a New York e lavora come giornalista per una rivista. Le sue relazioni sentimentali sono un totale disastro ma quando incontra Mr Perfect, un giovane italiano emigato in America, tutto sembra andare per il verso giusto finché non dovrà andare in Sicilia dalla madre. Lexie va con lui, in modo che se tutte le cose prendessero la giusta direzione la madre potrebbe diventare sua suocera. Tutto ciò che la giovane protagonista non aveva previsto è che la signora Rosaria non è assolutamente coì contenta di averla fra i piedi ed è più agguerrita che mai per separare i due giovani.
Riuscirà l’amore dei due giovani a trionfare sull’odio ? Lo scoprirete solo leggerndo questo libro, io non vi dirò assolutamente nulla!
La storia in sè è bella, naturalmente niente d’impegnativo dato che il libro si legge tranquillamente in un giorno. Aiuta naturalmente il fatto che sia una lettura scorrevole e senza pretese, con le descrizioni che servono il tanto per farci capire dove siamo senza un vero approfondimento. Rimane così tutto molto vago e seppur il libro mi sia piaciuto, un approfondimento più dettagliato lo avrebbe migliorato. Tutto è molto piatto, molto semplice e generico, ma le parti riguardanti le tradizioni siciliane sono abbastanza approfondite.
Qui vi è largo spazio per l’ironia, per la riflessione sui comportamenti umani e sui comportamenti di vari uomini nei confronti delle donne. Viene trattato brevemente il tema della violenza sulle donne che seppur ha un piccolo spazio fa rifflettere. Durante la lettura apprendiamo anche alcune tradizioni siciliane, in particolare legate alla cucina e alle supersistioni.
Mi aspettavo una storia diversa divisa in due parti, dove nella prima parte vi era l’evoluzione dell’amore fra i due personaggi protagonisti e nella seconda parte la narrazione dei preparativi del matrimonio con la futura suocera che combinava tanti dispetti ai futuri sposi.
Invece no!
Il libro parte subito con Mr Perfect che deve andare in Sicilia e Lexie si offre volontariamente di accompagnarlo. Neanche il tempo di conoscerli un po’ che incontriamo immediatamente la signora Rosaria.
Questo fatto non mi ha permesso tanto di affezzionarmi alla loro storia d’amore, ma soprattutto a loro come coppia, così quando entravano in scena altri personaggi non potevo far a meno di sperare che uno di loro li separasse.
I primi che conosciamo dunque sono Mr Perfect e Lexie.
Giacomino, non mi è piaciuto mai, è il classico ragazzo infantile, stupido ed eccessivamente attaccato alla signora Rosaria che lo tratta ( e si fa trattare) proprio come un bambino. Vede solo ciò che vuole vedere e naturalmente approva ogni scelta e ogni dispetto che sua madre infligge alla sua fidanzata, semplicemente facendo finta di nulla. Per lui, Lexie, non è altro che un oggetto e vuole trasformarla in ciò che lui vuole, una donna di casa senza un lavoro proprio come la madre. Non rispetta i suoi sogni e pensa di sapere tutto lui. Inoltre è un vero bugiardo e devo fermarmi perché ci sarebbero altre cose da dire ma finirei per arrabbiarmi ancora di più con questo personaggio.
Lexie è una brava ragazza, semplice, decisa e un po’ ingenua su ciò che prova. Lei cerca di far andare sempre tutto bene ma le situazioni precipitano inevitabilmente e lei non può far altro che finire da una situazione peggiore rispetto all’altra. Questa ragazza non sa veramente cosa sia l’amore e quando pensa di averlo trovato forse non è quello che si era aspettata.
I veri protagonisti insieme a Lexie e Giacomino, sono Vito e Rose.
Rose è di una dolcezza unica e non si può in nessun modo trovarla antipatica perché è semplicemente è troppo buona per esser considerata cattiva, o almeno all’inizio pensavo così. Ha una situazione difficile alle spalle e cercheranno di aiutarla a superarla.
Vito è un ragazzo che mi è piaciuto molto, tanto che ho amato più lui che i protagonisti messi insieme. Lui è il fratello di Giacomino, un ragazzo che con i suoi modi è riuscito a portare avanti una storia che sarebbe stata davvero deprimente dopo un po’. Ha la passione per la cucina e aiuterà la nostra Lexie a prendere suo fratello per la gola in modo da conquistarla.
Insieme a Vito, la protagonista indiscussa è Donna Rosaria la temibile futura suocera di Lexie che con i suoi modi e dispetti odiosi ha dato una spinta ironica ma soprattutto esasperante al romanzo. Naturalmente non poteva esser diverso dato che il titolo del romanzo è ” Mia suocera è un mostro” e con i suoi dispetti intenti a separare il figlio dalla ragazza, è una maestra indiscussa. Farebbe litigare chiunque anche chi dopo anni si vuole bene o si ama. State dunque attenti a Donna Rosaria perché è veramente terribile, specialmente quando rifila alla nostra povera Lexie un costume veramente antico dei suoi  che sa di naftalina per andare al mare. Fissata con la carne, vede Lexie che è vegetariana come un essere abominevole e  tutte le loro scene fanno morire dal ridere.
Ironico fino allo sfinimento, questo libro vi farà fare grandi risate soprattutto quando Lexie si affiderà a  una signora detta “Maga Morgana” che dovrebbe aiutarla a riprendere in mano la situazione e salvare il suo vero amore. Devo dire che dopo questo pezzo il romanzo che prima aveva iniziato a piacermi è riuscito a conquistarmi del tutto.
Per concludere lo stile di Valentina è molto semplice ciò rende la lettura veloce e interessante. Non riuscirete ad annoiarvi grazie ai personaggi che nonostante siano un po’ piatti riescono a colpirci lo stesso. L’unica cosa che non ho apprezzato è il fatto che non è presente un vero e proprio approfondimento sulla storia tra Lexie e Mr Perfect. Vi consiglio comunque di leggere questo libro perché la prima cosa che vi capiterà di fare sarà ridere.

Valutazioni finali


  • Tempo impiegato: Un giorno
  • Voto: 8/10
  • Lettura: Molto scorrevole
  • Copertina: 10/10.  Bellissima copertina che ha catturato immediatamente la mia attenzione, ormai credo che sia palese il fatto che amo le copertine bianche della Newton Compton che con i suoi disegni riesce ad invogliare a prescindere l’acquisto. Inoltre rende l’idea dei due personaggi e della suocera.
  • Ambiente: 6/10. Le descrizioni sono minime ma riusciamo a capire dove siamo. Mi sarebbe piaciuto un approfondimento migliore.
  • Personaggi: 7/10. I personaggi sono piatti ma grazie ai dialoghi e ciò che accade riusciamo a capire i loro pensieri e che cosa vogliono. Ci sono alcuni personaggi che mi sono entrati subito nel cuore, come Lexie, Giacomino, Donna Rosaria e Vito. Personaggi veramente interessanti che danno un senso alla storia!
  • Storia: 10/10. Una commedia romantica in grado di far passare ore spensierate in compagnia di personaggi interessanti e ironici. Una storia ironica utile per far ridere e mettervi di buon umore.
Spero che la recensione vi sia piaciuta.
Buona Lettura!
Beatrice

Precedente Review Party: Rose di Valérie Vernay, Émilie Alibert e Denis Lapière Successivo Review Party : Good Luck Girl di Charlotte Nicole Davis